Salviamo le api    Salviamo il pianeta

Spedizione GRATIS in Italia per ordini superiori a 29€

Spedizione GRATIS in Italia per ordini superiori a 29€

Attrezzature apicoltura
Tutorial apicoltura

Attrezzature apicoltura: cosa acquistare per iniziare

Così come avviene per l’inizio di una qualsiasi attività, anche per l’apicoltura è fondamentale dotarsi dell’attrezzatura necessaria ancora prima di cominciare. Non necessariamente bisogna dotarsi di attrezzature apicoltura di ogni tipo e in elevata quantità, perché agli inizi – soprattutto se si è un principiante – si può sempre iniziare con il materiale indispensabile, per poi arricchire la propria attrezzatura di partenza. Ma tutti coloro che sono alle prime armi, potrebbero trovarsi davanti ad alcune difficoltà, perché sul mercato c’è davvero tanta scelta. Proviamo, quindi, a fare un po’ di chiarezza sul mondo attrezzature apicoltura.

Kit attrezzature apicoltura

Il kit per diventare apicoltore rappresenta proprio la giusta soluzione per chi si approccia all’attività per la prima volta. Esso comprende sia il materiale personale, come l’abbigliamento di protezione, sia l’arnia completa di melario e telaini con foglio cereo, affumicatore, apiscampo, ma anche leva o raschietto, spazzola, la griglia escludiregina, nutritori, almeno una forchetta per disopercolare e uno zigrinatore. Per quanto riguarda invece lo smielatore, ci sono kit che lo comprendono, mentre altri no.

Scopri di più su come diventare apicoltore


Attrezzature apicoltura - Abbigliamento personale
Attrezzature apicoltura – Abbigliamento di protezione

Abbigliamento di protezione

Dotarsi dell’attrezzatura personale è altamente importante per evitare di essere punti dalle api. Essa comprende: tuta e stivali specifici, velo protettivo per testa e viso e guanti spessi. Attraverso la tuta, l’area del viso viene coperta da una sottile rete che permette la vista, mentre difende il volto da eventuali attacchi. Realizzata con un tessuto rinforzato, essa può essere sia integrale, cioè un pezzo unico pantaloni e giacca, oppure solo la giacca.


Attrezzature apicoltura - Arnie
Attrezzature apicoltura – Arnie e melari

Struttura dell’arnia e materiali

Prima di capire quali materiali necessitano per la costruzione della casa delle api – cioè l’arnia – è fondamentale conoscerne la funzione e la struttura interna. Innanzitutto è una struttura creata dall’uomo per gestire l’alveare e raccogliere tutta la quantità di miele prodotta. Il nido è una cassa di legno aperta sul fronte per permettere alle api di entrare e uscire dalla loro casa e alla cui base c’è una rete anti-varroa. Ogni arnia ha al suo interno quattro elementi: nido, melario, corpifavo e tetto.

Vediamoli nel dettaglio:

  • Il nido contiene i telaini da favo (ad ogni telaio viene inserito un filo metallico che ha il compito sorreggere un foglio cereo) con un’apposita pinza in grado di facilitare la rimozione e l’inserimento dei telaini.
  • Il melario è un parallelepipedo, la cui base ha le stesse dimensioni del nido, aperto nella parte inferiore e nella parte superiore. Al suo interno sono presenti gli appositi telaini per raccogliere il miele (esso quindi viene utilizzato solo nel periodo di raccolta del miele mentre durante il resto dell’anno non serve).
  • Il coprifavo è una sorta di copertura in legno per chiudere l’arnia. In esso c’è un foro che solitamente rimane tappato, ma che può essere usare per nutrirle.
  • Il tetto, realizzato con acciaio zincato, protegge l’arnia da pioggia, vento, grandine, ecc..

Attrezzature apicoltura - smielatore
Attrezzature apicoltura – Smielatore

Poi ancora…

Ecco altre attrezzature apicoltura fondamentali per avviare l’attività.

  • La leva, o il raschietto, serve per aprire l’arnia ed effettuare la pulitura.
  • La spazzola con setole lunghe è utilizzata per rimuovere le api dal favo durante alcune operazioni.
  • L’affumicatore è uno strumento che produce fumo e lo direziona verso il nido per tranquillizzare le api in fase di visita. Se ci segui sui social (Instagram, Tik Tok, Facebook) conoscerai certamente il nostro “SFUMACCHIO“.
  • La griglia escludiregina, con materiale metallico o plastica, viene inserita tra il melario ed il nido durante tutto il periodo di raccolta. Lo scopo di questa struttura impedisce all’ape regina di andare nel melario a deporre le uova e permette l’ingresso solo alle api operaie, che sono più piccole.
  • Poi il nutritore, cioè un recipiente inserito nel foro del coprifavo, contenente lo sciroppo per nutrirle in specifici periodi.
  • L’apiscampo, invece, è intelaiatura, inserita tra melario e nido, con una sorta di percorso che permette ai piccoli insetti di andare in un’unica direzione.
  • Una forchetta per disopercolare (attività che consiste nell’apertura delle cellette che contengono il miele tramite l’eliminazione degli opercoli di cera)
  • Lo zigrinatore è uno strumento che evita al foglio cereo di scivolare e staccarsi dal telaino a causa del calore e del peso.
  • Lo smielatore – che, come detto prima, può essere o non essere inserito nel kit – permette l’estrazione del miele dopo la disopercolatura. A tale proposito, in commercio è presente una vasta scelta di smielatori, in modo da adattarsi a qualsiasi esigenza dell’apicoltore: dai radiali ai tangenziali o reversibili, poi ancora manuali o motorizzati.

Approfitta dello SCONTO sul tuo primo ordine

20%Off

PROMOCODE: API20