Salviamo le api ♥️ Salviamo il pianeta

Paura delle api
Tutorial apicoltura

La paura delle api, come affrontarla e sconfiggerla

Non si può dire che le api siano importanti, è più giusto dire che esse sono fondamentali! Come abbiamo sottolineato più volte, sarebbe impensabile un mondo senza le api, la sopravvivenza dell’intero ecosistema sarebbe seriamente compromessa. Viste queste premesse, si può dire che le api non possono che essere “amiche” dell’uomo. Ma allora perché succede che le persone abbiano paura delle api o hanno una forte repulsione? C’è chi, infatti, ha una vera e propria fobia! Come affrontarla? Cosa fare e come superarla? Vediamolo insieme…

L’apifobia: la paura delle api

Come suggerisce il termine, per apifobia si intende la paura, talvolta irrazionale, per le api e per il mondo degli insetti in generale (si utilizza anche la parola melissofobia, che deriva dal greco “melissa”, cioè ape).

In alcune situazioni, anche la vista di un arnia o il loro semplicissimo svolazzare può innescare reazioni spiacevoli e la reazione più ovvia è la fuga immediata. Nonostante siano insetti pacifici nei nostri confronti, non è così difficile incontrare persone che hanno tali paure; basti pensare, infatti, che circa il 3% della popolazione ha paura degli insetti.

Questa fobia può essere causata o da una predisposizione genetica oppure da eventi traumatici vissuti nei caso in cui in passato si è stati punti da un’ape o se ci si è imbattuti in uno sciame di api. Può anche succedere che per colpa di concezioni sbagliate, divulgate dai mezzi di comunicazione o da credenze popolari, si possa associare alle api una sensazione di timore, come se fosse quasi scontato avere paura di loro per la possibilità di essere punti.

Paura delle api: i sintomi

L’apifobia, ossia paura delle api, è un vero e proprio disturbo d’ansia che si manifesta in presenza degli insetti. La sensazioni di panico e terrore è associata ad alcuni sintomi specifici, come il respiro affannato, le palpitazioni, una sensazione quasi di soffocamento, come se mancasse l’aria, ma anche nausea e dolori al ventre.

Paura delle api: la terapia

La paura delle api, in effetti, non provoca alcun effetto mirato sulla vita di tutti i giorni, perché capita di rado di vederne qualcuna, per tale motivo questo fobia non ha cause importanti sulla vita di tutti i giorni. Ciò nonostante, sarebbe opportuno affrontare questa paura e superarla.

Spesso la paura delle api non scaturisce tanto dall’incontro, quanto dalla possibilità che esso succeda. Come ogni fobia, anche l’apifobia può essere trattata e “curata” con un approccio terapeutico che varia in base al quadro clinico del soggetto. Fra le tecniche maggiormente utilizzate dai professionisti, avveriamo i sistemi di esposizione e desensibilizzazione attraverso i quali il paziente viene posto proprio dinanzi le api, quindi all’oggetto della fobia, per capire come tenta di razionalizzare gli attacchi d’ansia e come impara a gestirli.

Solitamente quando una persona viene esposta ad un determinato stimolo per un tempo stabilito, se in quel periodo non ci sono conseguenze negative, la possibilità che smetta di provare ansia o paura è molto alta. Spesso bisogna resistere, persistere e lasciare che la paura passi. È importante dire che non esiste un numero fisso di esposizioni per curare la paura delle api, in alcuni casi potrebbe bastare anche un solo tentativo, in altri casi ne potrebbero servire altri.

Poi c’è l’approccio risolutivo che si avvale di una metodologia diversa basata su una dimensione virtuale e sull’uso di simulatori. Tramite la simulazione, il soggetto viene posto all’interno di un ambiente controllato in cui impara a vivere e a gestire gli stati d’ansia. Alla base dei vari approcci c’è la necessità di imparare a rilassarsi prima di gestire la paura. Tra le tecniche di auto rilassamento c’è la capacità di respirare profondamente, meditare, fino ad un rilassamento muscolare progressivo.

Offerta Speciale Primavera
🌼 2024 🌼
Sconto 5%
Su tutte le bomboniere Salva le Api